Prix Galien Italia 2022: brexucabtagene autoleucel di Gilead premiato nella categoria “Terapie Avanzate” (ATMP)

Brexucabtagene autoleucel è un medicinale immunoterapico contenente cellule T autologhe, geneticamente modificate, dirette contro l’antigene CD19, che si legano alle cellule tumorali che lo esprimono e alle normali cellule B. È indicato per il trattamento di pazienti adulti con linfoma a cellule mantellari recidivante o refrattario, dopo due o più linee di terapia sistemica che includano un inibitore della tirosin chinasi di Bruton (BTK). Brexucabtagene autoleucel ha ottenuto la designazione di farmaco orfano sia da FDA che EMA per il MCL. Ha inoltre ricevuto la Breakthrough Therapy designation da FDA nel 2018 e l’AIC e rimborsabilità da AIFA (GU del 11/3/2022)

Carmen Piccolo (Medical Director Gilead Italia)

Le motivazioni della giuria che ha assegnato il premio: “Il linfoma mantellare è una neoplasia ematologica rara che risponde in modo insoddisfacente alle terapie disponibili. In assenza di opzioni curative, il bisogno terapeutico è classificato come massimo. Brexucabtagene autoleucel, somministrato come singola infusione e singolo trattamento, è la prima CAR-T approvata per il trattamento dei pazienti adulti con MCL recidivante o refrattario e rappresenta quindi un’immunoterapia innovativa che ha il potenziale di curare le condizioni morbose per le quali è indicata”.

©2020 - Springer Verlag Italia Srl part of the Springer Nature group.